Skybackbone Engenio

Cloud Solution Managed Services Security

Improve your business productivity. Meet the Experts.

CLOUD

IT management

SECURITY

TECHNICAL OFFICE

SKYBACKBONE Engenio

Skybackbone was founded in 2011 by a team of skilled senior professionals with decades of working experience in the world of IT. The company sets out to be your strategic Consulting Partner offering know-how in the management of Corporate Information Systems with a particular focus on ERP / CRM and e-commerce applications.

0 +
EXPERTS
0 +
MANAGED SERVICES
0 +
CERTIFICATIONS

RIMANI AGGIORNATO SULLE NOSTRE ATTIVITA’

Comments Box SVG iconsUsed for the like, share, comment, and reaction icons

📻Emergenza attacco informatico in atto, cosa fare? L’intervento di Luca Bulgarelli questa mattina in diretta al #giornaleradio di Radio Bruno

MODENA - In coincidenza con il massiccio attacco hacker rilevato dall'Agenzia per la cybersicurezza nazionale per diverse istituzioni, il Comune di Modena annuncia di aver alzato il livello delle proprie difese dei sistemi informatici. A spiegare le conseguenze e come difendersi è Luca Bulgarelli, consulente informatico e direttore di Skybackbone Engenio.

🛡Attacco hacker, cosa sappiamo
L’attacco hacker di domenica 5 febbraio ha avuto dimensioni mondiali: colpita anche l’Italia dove sono finiti nel mirino enti pubblici e aziende private. In coincidenza con il massiccio attacco hacker rilevato dall'Agenzia per la cybersicurezza nazionale per diverse istituzioni, il Comune di Modena annuncia di aver alzato il livello delle proprie difese dei sistemi informatici.

🎙A spiegare le conseguenze e come difendersi è Luca Bulgarelli, consulente informatico e direttore di Skybackbone Engenio.
«L’attacco ha colpito la vulnerabilità di un sistema che si chiama VMware: non tutti coloro che usano questo tipo di sistema hanno effettuato le correzioni previste: l’attacco ha preso di mira enti pubblici e aziende private che hanno in uso VMware non aggiornato da due anni con gravi ripercussioni».

🎙Quali sono le conseguenze?
«Ci può essere la paralisi dei sistemi e il ripristino è particolarmente lento. A subire il contraccolpo maggiore in Italia è stata la Tim: l’attacco ne ha rallentato le connessioni e, in alcuni casi, ci sono state interruzioni».

🎙Che cosa possiamo fare per evitare un attacco informatico?
«Intanto ci si chiede perché le imprese non hanno aggiornato il sistema negli ultimi due anni. Il problema è che l’aggiornamento comporta molto spesso il fermo dei sistemi con conseguenze sull’attività aziendale perché in quel lasso di tempo non posso comunicare con gli utenti. Per questo gli aggiornamenti vanno effettuati di notte o durante i fine settimana rivolgendosi ad aziende specializzate che possono offrire questo servizio e hanno software idonei. La regola è tenere aggiornati i sistemi. Cosa non semplice per i motivi che ho detto però bisogna sforzarsi di farlo altrimenti si incorre in queste vulnerabilità».

🎙Gli attacchi sono sempre più frequenti…
«Gli attacchi sono sempre più diffusi perché oggi hanno scopo di lucro. Anni fa all’hacker bastava vantarsi di aver violato un sistema, oggi lo si fa per chiedere un riscatto. Nessuno è al sicuro. Occorre tenere aggiornati i sistemi e avere un piano di disaster recovery per ripartire dopo un attacco».

Per informazioni: Skybackbone Engenio tel. 059/8680754 e-mail: info@skybackbone-engenio.com
... See MoreSee Less

📻Emergenza attacco informatico in atto, cosa fare? L’intervento di Luca Bulgarelli questa mattina in diretta al #giornaleradio di Radio Bruno

MODENA - In coincidenza con il massiccio attacco hacker rilevato dallAgenzia per la cybersicurezza nazionale per diverse istituzioni, il Comune di Modena annuncia di aver alzato il livello delle proprie difese dei sistemi informatici. A spiegare le conseguenze e come difendersi è Luca Bulgarelli, consulente informatico e direttore di Skybackbone Engenio.

🛡Attacco hacker, cosa sappiamo
L’attacco hacker di domenica 5 febbraio ha avuto dimensioni mondiali: colpita anche l’Italia dove sono finiti nel mirino enti pubblici e aziende private. In coincidenza con il massiccio attacco hacker rilevato dallAgenzia per la cybersicurezza nazionale per diverse istituzioni, il Comune di Modena annuncia di aver alzato il livello delle proprie difese dei sistemi informatici.

🎙A spiegare le conseguenze e come difendersi è Luca Bulgarelli, consulente informatico e direttore di Skybackbone Engenio.
«L’attacco ha colpito la vulnerabilità di un sistema che si chiama VMware: non tutti coloro che usano questo tipo di sistema hanno effettuato le correzioni previste: l’attacco ha preso di mira enti pubblici e aziende private che hanno in uso VMware non aggiornato da due anni con gravi ripercussioni».

🎙Quali sono le conseguenze?
«Ci può essere la paralisi dei sistemi e il ripristino è particolarmente lento. A subire il contraccolpo maggiore in Italia è stata la Tim: l’attacco ne ha rallentato le connessioni e, in alcuni casi, ci sono state interruzioni».

🎙Che cosa possiamo fare per evitare un attacco informatico?
«Intanto ci si chiede perché le imprese non hanno aggiornato il sistema negli ultimi due anni. Il problema è che l’aggiornamento comporta molto spesso il fermo dei sistemi con conseguenze sull’attività aziendale perché in quel lasso di tempo non posso comunicare con gli utenti. Per questo gli aggiornamenti vanno effettuati di notte o durante i fine settimana rivolgendosi ad aziende specializzate che possono offrire questo servizio e hanno software idonei. La regola è tenere aggiornati i sistemi. Cosa non semplice per i motivi che ho detto però bisogna sforzarsi di farlo altrimenti si incorre in queste vulnerabilità».

🎙Gli attacchi sono sempre più frequenti…
«Gli attacchi sono sempre più diffusi perché oggi hanno scopo di lucro. Anni fa all’hacker bastava vantarsi di aver violato un sistema, oggi lo si fa per chiedere un riscatto. Nessuno è al sicuro. Occorre tenere aggiornati i sistemi e avere un piano di disaster recovery per ripartire dopo un attacco». 

Per informazioni: Skybackbone Engenio tel. 059/8680754 e-mail: info@skybackbone-engenio.com
6 hours ago

🛑 Agenzia per la cybersicurezza, massiccio attacco hacker ancora in corso. Compromessi migliaia di server. L’importanza di essere #CyberFit
Compromessi decine di sistemi nazionali. La prima ad accorgersi dell'attacco è stata la Francia

"Diverse decine di sistemi nazionali compromessi".

E' un attacco massiccio quello scatenato dagli hacker in tutto il mondo, Italia compresa, la cui portata e, soprattutto, le cui conseguenze sono ancora tutte da chiarire.

Un attacco venuto alla luce ieri nel giorno in cui la rete Tim è andata in down lasciando milioni di utenti senza internet e provocando disservizi anche ai bancomat. Sia l'azienda sia la polizia postale hanno però escluso che il problema sia dovuto ad un attacco dei pirati informatici. Ma che si tratti di una cosa seria lo conferma il vertice convocato da palazzo Chigi per fare un primo bilancio dei danni provocati e mettere in campo le adeguate contromisure.

L'allarme è arrivato nel pomeriggio di ieri dall'Agenzia per la cybersicurezza nazionale: il Computer security incident response team Italia - l'organismo cui spetta il monitoraggio degli incidenti e l'intervento in caso di attacchi - ha scoperto che gli hacker sono entrati in azione attraverso un "ransomware già in circolazione" che ha già "compromesso" decine di sistemi.

Non solo: gli esperti dell'Agenzia guidata da Roberto Baldoni sono riusciti ad allertare diversi soggetti - istituzioni, aziende pubbliche e private - i cui sistemi risultano esposti e dunque vulnerabili agli attacchi ma "rimangono ancora alcuni sistemi esposti, non compromessi, dei quali non è stato possibile risalire al soggetto proprietario". Significa, in sostanza, che decine di aziende non sanno neanche di essere sotto attacco ma dovrebbero "immediatamente" aggiornare i loro sistemi. Lo riferisce un comunicato ANSA diffuso all’alba di oggi.

Si tratta del secondo attacco in un mese a reti informatiche di prima importanza per la nazione. Dopo Libero-Virgilio ora sono stati presi di mira i server Tim.

Skybackbone Engenio, tra le principali #Cloudcompany del Nord Italia è attiva nel campo della sicurezza collaborando con il partner per internazionale @Acronis, n1 al mondo nel campo della #cybersecurity. A novembre nostri ingegneri informatici hanno partecipato al summit mondiale della sicurezza informatica #CyberFit tenutosi a novembre a Miami.

Per informazioni sui nostri perimetri di difesa e monitoraggio per la tua azienda chiama 059/8680754 oppure scrivere ✍️ info@skybackbone-engenio.com
... See MoreSee Less

🛑 Agenzia per la cybersicurezza, massiccio attacco hacker ancora in corso. Compromessi migliaia di server. L’importanza di essere #CyberFit 
Compromessi decine di sistemi nazionali. La prima ad accorgersi dellattacco è stata la Francia 

Diverse decine di sistemi nazionali compromessi.

E un attacco massiccio quello scatenato dagli hacker in tutto il mondo, Italia compresa, la cui portata e, soprattutto, le cui conseguenze sono ancora tutte da chiarire.

Un attacco venuto alla luce ieri nel giorno in cui la rete Tim è andata in down lasciando milioni di utenti senza internet e provocando disservizi anche ai bancomat. Sia lazienda sia la polizia postale hanno però escluso che il problema sia dovuto ad un attacco dei pirati informatici. Ma che si tratti di una cosa seria lo conferma il vertice convocato da palazzo Chigi per fare un primo bilancio dei danni provocati e mettere in campo le adeguate contromisure.  

Lallarme è arrivato nel pomeriggio di ieri dallAgenzia per la cybersicurezza nazionale: il Computer security incident response team Italia - lorganismo cui spetta il monitoraggio degli incidenti e lintervento in caso di attacchi - ha scoperto che gli hacker sono entrati in azione attraverso un ransomware già in circolazione che ha già compromesso decine di sistemi. 

Non solo: gli esperti dellAgenzia guidata da Roberto Baldoni sono riusciti ad allertare diversi soggetti - istituzioni, aziende pubbliche e private - i cui sistemi risultano esposti e dunque vulnerabili agli attacchi ma rimangono ancora alcuni sistemi esposti, non compromessi, dei quali non è stato possibile risalire al soggetto proprietario. Significa, in sostanza, che decine di aziende non sanno neanche di essere sotto attacco ma dovrebbero immediatamente aggiornare i loro sistemi.  Lo riferisce un comunicato ANSA diffuso all’alba di oggi. 

Si tratta del secondo attacco in un mese a reti informatiche di prima importanza per la nazione. Dopo Libero-Virgilio ora sono stati presi di mira i server Tim.

Skybackbone Engenio, tra le principali #Cloudcompany del Nord Italia è attiva nel campo della sicurezza collaborando con il partner per internazionale @Acronis, n1 al mondo nel campo della #cybersecurity. A novembre nostri ingegneri informatici hanno partecipato al summit mondiale della sicurezza informatica #CyberFit tenutosi a novembre a Miami. 

Per informazioni sui nostri perimetri di difesa e monitoraggio per la tua azienda chiama 059/8680754 oppure scrivere ✍️ info@skybackbone-engenio.comImage attachmentImage attachment

OUR PARTNERS

Contact us

Top